Consigli sui Traslochi - Traslochi Palmieri

traslocare-nella-nuova-casa-1200x675.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

traslocare nella nuova casa

Il trasloco rappresenta un passo importante nella vita che tanti devono fare non solo una, ma anche più volte. Inizialmente cambiare casa sarà come vivere una nuova vita, dato che alcune abitudini verranno modificate dalla nuova sistemazione.

Tutto questo avviene sia che si tratti di un ragazzo che cambia città per poter studiare più vicino a un’università sia di un’intera famiglia che cerca una casa più grande, il trasferimento di casa rimane comunque un’operazione impegnativa e complessa, e comporta alcuni semplici accorgimenti che è sempre opportuno ricordare.

Le pulizie nella nuova casa

Prima di tutto sarà opportuno fare le pulizie. Sia che si tratti di una casa completamente nuova o una casa precedentemente abitata da altre persone, Una casa nuova, infatti, sarà piena di polvere e detriti risalenti appunto alla costruzione della stessa, e anche una casa precedentemente abitata avrà ugualmente bisogno di una rispolverata.

Disporre accuratamente i propri oggetti

Prima di traslocare in una nuova casa, sarà necessario essere il più ordinati possibile nella divisione dei vostri oggetti ed effetti personali in vari scatoloni.

Quando si cambia casa ci si riempie letteralmente di imballaggi vari, per cui aver diviso ordinatamente il contenuto sarà estremamente utile quando arriverà il momento in cui dovrete svuotarli.

E’ consigliabile utilizzare uno scatolone per ogni categoria di oggetti, scrivendo anche con un pennarello cosa esso contiene. In questo modo potrete distinguere lo scatolone che racchiude i libri da quello che contiene le posate, facendovi così risparmiare molto tempo.

Progettare preventivamente la sistemazione dei mobili

Prima di portare tutto quello che avevate nella nuova casa, è bene aver precedentemente ideato un progetto su dove e come posizionare i mobili e/o gli elettrodomestici sistemati nella casa precedente.

Avere già un’idea di dove collocare ogni accessorio sarà estremamente utile a livello organizzativo e vi impedirà di dovervi accontentare di sistemazioni infelici o, addirittura, di dover rinunciare a qualche mobile proprio perché, una volta portato nella nuova casa, non si sa dove posizionarlo.

Controllare gli impianti

Nel caso in cui traslocate in una casa vecchia o usata da altre persone prima di voi, è opportuno ricordarsi di controllare preventivamente che l’impianto elettrico e la caldaia siano a norma e ben funzionanti, al fine di non trovare spiacevoli sorprese una volta ultimato il trasloco.

I problemi con gli impianti, infatti, sono alcuni dei più frequenti e fastidiosi disagi che si devono affrontare quando ci si trasferisce nella nuova casa.

Cambiare l’indirizzo di residenza

Considerando che ci vuole sempre un po’ di tempo prima di avviare tutte le pratiche, è bene ricordare di ufficializzare il cambio di residenza prima di trasferirsi nella nuova casa, avvisando il comune di residenza del trasferimento e cambiare così l’indirizzo sulle varie utenze (luce, gas, ecc…).

Se non ti senti sicuro o non hai tempo per effettuare questo lavoro in modo accurato, chiedi un preventivo alla Palmieri Traslochi a Caserta. CLICCA QUI


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

scatoli-per-il-trasloco.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

scatoli per il trasloco

Quando bisogna fare un trasloco perché cambiamo città o solo rione, è fondamentale organizzarsi nel migliore dei modi, per evitare dei problemi quando arriverà il camion a caricare i nostri oggetti.

È fondamentale sistemare tutto perfettamente, per garantire ai nostri beni più delicati la massima sicurezza durante tutte le varie fasi del trasloco. A questo proposito la Nostra guida, su come organizzare nel migliore dei modi gli scatoli per il trasloco.

Da considerare fondamentale il periodo dell’anno in cui effettuiamo il trasloco. Se lo facciamo a luglio o ad agosto, potremo già mettere negli scatoli tutti gli abiti invernali, le scarpe e gli accessori che generalmente usiamo in inverno,oltre alle coperte e i piumoni.

Se invece dobbiamo traslocare in inverno, dovremo mettere negli scatoloni tutti gli accessori estivi, quelli per il mare ed i vestiti. È molto importante mettere tutti gli abiti in scatoloni di cartone, che devono essere ben sigillati con l’apposito scotch, spesso preferibile quello scuro in quanto ideale per gli scatoli, e scrivere poi con un pennarello indelebile tutto ciò che c’è all’interno.

Per gli oggetti fragili, sarà bene avvolgerli nella carta con le bollicine, che attaccheremo sempre con un po’ di scotch per evitare che si rompano.

Possiamo mettere negli scatoloni piatti, tazze e vassoi ed utilizzare al loro posto degli oggetti in plastica. Nel caso abbiamo poltrone, lettini e sedie, cerchiamo di smontarle e di avvolgere ogni singola parte con dell’apposita carta, e poi conservando viti e bulloni accuratamente all’interno di un sacchetto di plastica, che possiamo poi scocciare alla plastica presente sulle poltrone.

Finiti tutti i pacchi, conviene spostarli in una stanza libera della casa o vicino all’ingresso, ciò non solo faciliterà il lavoro dei traslocatori, ma potrà far diventare il trasloco una operazione molto semplice.

Ultimo suggerimento, è di portare i pacchi più leggeri fuori dalla nostra abitazione e collocarli vicino al portone, almeno un’oretta prima che arrivi il traslocatore, in modo da velocizzare tutte le varie operazioni.

Infine il giorno del trasloco, controlliamo per bene di non aver dimenticato nulla in casa anche con l’aiuto di un familiare o di un parente, perché può capitare che alcune stanze non siano state controllate alla perfezione e qualche oggetto può rimanere ancora all’interno della nostra casa.

Se non ti senti sicuro o non hai tempo per effettuare questo lavoro in modo accurato, chiedi un preventivo alla Palmieri Traslochi a Caserta. CLICCA QUI


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

traslochi-di-opere-darte.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

traslochi di opere d'arte

Nei traslochi non c’è differenza tra un mobilio e un altro, traslocare vuol dire trasportare e spostare qualcosa, qualsiasi cosa! Anche opere d’arte. Il trasloco di opere d’arte è anche quello più delicato e proprio per questo deve essere pianificato con la massima attenzione curando tutti i particolari dall’inizio alla fine. Innanzitutto vanno presi accordi con il mittente e con il destinatario, organizzate le attrezzature e gli automezzi da utilizzare, gli orari di ritiro e di consegna e tipologia d’imballo da effettuare.

Un trasloco di opere d’arte avviene quando è necessario spostarle per delle mostre o per dei privati. Le opere d’arte come quadri e statue hanno bisogno di imballi particolari, data la loro fragilità, al fine di proteggerli da eventuali danni durante il trasporto. La ditta in questione provvede personalmente a tutto ciò che riguarda la messa in sicurezza per il trasferimento e la custodia delle opere d’arte:

– imballaggio in casse speciali

– etichettatura

– carico e scarico presso sede della mostra o dell’abitazione

Le misure di sicurezza garantiscono la massima incolumità dei beni trasportati, evitando che urti accidentali possano compromettere l’integrità di tele, sculture, installazioni d’arte moderna, mobili e oggetti di antiquariato.

L’importanza storica delle opere d’arte ha portato a un incremento del loro valore economico, rendendoli patrimonio della memoria. Un qualsiasi danno, anche del tutto accidentale a un’opera di valore inestimabile potrebbe essere un problema insormontabile. Proprio per questo la custodia fisica di una singola opera d’arte o di un’intera collezione d’arte, riguarda ogni fase, dall’imballaggio alle fasi di trasferimento e trasloco.

Ovviamente sono previste la sorveglianza e la predisposizione di sistemi di controllo per evitare furti o danneggiamenti. Tutte le fasi di trasporto di opere d’arte sono coperte da assicurazioni al fine di garantire al cliente un servizio sicuro e la massima tranquillità.

Per rendere le operazioni di trasporto efficienti è importante la corretta pianificazione dello spostamento dei beni. In questa tipologia di  traslochi è necessario che la ditta disponga di magazzini in modo da offrire ai clienti la custodia di opere d’arte in completa sicurezza.

Molto spesso capita che ci siano ritardi e ovviamente, non è possibile ultimare la consegna delle opere d’arte. Sarà possibile sfruttare il servizio di prolungamento della custodia. Questa soluzione garantirà l’integrità delle opere per tutto il periodo necessario.

Questi box garantiscono la conservazione e la custodia delle opere con la massima cura.

I  traslochi di opere d’arte, ovviamente hanno un costo differente dai traslochi tradizionali, conoscerli in anticipo è sicuramente un’ottima cosa. I costi di un trasloco di opere d’arte varieranno a seconda dei servizi richiesti. Un preventivo facilita anche la ditta stessa consentendole di sapere con molto anticipo quanti uomini utilizzare, che tipologia di furgoni scegliere, quanti giorni impiegare.

Se non ti senti sicuro o non hai tempo per effettuare questo lavoro in modo accurato, chiedi un preventivo alla Palmieri Traslochi a Caserta. CLICCA QUI


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

imballare-i-fragili.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

imballare i fragili

Quando si effettua un trasloco gli oggetti fragili danno più preoccupazione che possano rompersi durante il trasporto degli stessi. Le ditte di trasloco assicurano una perfetta chiusura dei pacchi, gestendo l’imballaggio degli oggetti e non preoccupandosi solo del trasporto dei mobili. Ma in assenza di questi servizi, o se questi sono troppo costosi, vediamo come imballare gli oggetti fragili.

Il materiale che occorre per per un’imballaggio accurato

  • scatole di cartone,
  • fogli di giornale,
  • carta da imballaggio,
  • scotch da imballaggio

Per prima cosa, procurarsi delle scatole di cartone, non troppo grandi, che possa contenere agevolmente gli oggetti da imballare, facendo attenzione a non superare una capienza massima di 4-5 kg. Adagiare quindi sul fondo della scatola del polistirolo espanso o dei fogli di pluriball ed avvolgere ogni oggetto singolarmente con della carta di giornale.

Altrimenti, se gli oggetti sono particolarmente delicati, è possibile avvolgerli nei fogli di plastica da imballaggio. È fondamentale preparare separatamente ogni elemento del servizio di vetro per evitare che si scontrino tra loro: i cuscini dei fogli a bolle d’aria li proteggeranno efficacemente.

Prendere poi ogni singolo oggetto, come ad esempio una caraffa, e riempirla con plastica da imballaggio all’interno e all’esterno, fermando il foglio con dello scotch. Ripetere questa operazione per qualsiasi altro oggetto che dovrà essere riposto nella scatola.

Alla fine, riporre tutti gli oggetti in modo che vadano ben stretti l’uno vicino all’altro; se tra loro dovesse rimanere dello spazio vuoto, accartocciare dei fogli di giornale ed infilarli tra le fessure in modo che non possano urtare tra loro durante il trasporto.

Considerando che i piatti vanno posizionati in verticale, separati uno dall’altro con del cartoncino e dei fogli a bolle d’aria; mentre i bicchieri, anch’essi avvolti singolarmente come ogni piatto, vanno collocati a seconda della pesantezza: quelli leggeri e fragili in cima e quelli più pesanti sul fondo della scatola.

Zuccheriere, teiere e qualsiasi altro oggetto dotato di coperchio, vanno avvolti mettendo un cuscinetto di protezione tra il coperchio e l’elemento corrispondente e poi avvolti interamente in modo da non confondere i vari pezzi tra loro. Una volta posizionati correttamente tutti gli elementi, riempire gli spazi vuoti sempre con della carta di giornale appallottolata o dei fogli a bolle d’aria in modo da non far muovere gli oggetti nella scatola.

Se non ti senti sicuro o non hai tempo per effettuare questo lavoro in modo accurato, chiedi un preventivo alla Palmieri Traslochi a Caserta. CLICCA QUI


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

come-gestire-il-trasloco.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

come gestire il trasloco

Il trasloco può rivelarsi una fonte di stress e farci perdere tanto tempo, perché le cose a cui pensare e da fare sono tante, senza contare il lavoro che si fa nel trasportare mobili e scatoloni. Se non si vuole rischiare di impazzire, è fondamentale pianificare tutte le attività nel modo giusto ed organizzarsi al meglio, altrimenti traslocare potrebbe diventare davvero un incubo! Diamo qualche consiglio per gestire tutto al meglio e rendere il vostro trasloco il più facile e veloce possibile, evitando i classici imprevisti che sono sempre dietro l’angolo.

Rivolgerci ad amici che ci aiutino

Prima di iniziare il trasloco dobbiamo trovare qualche amico che sia in grado di aiutarci almeno in alcune situazioni. Riuscire a fare tutto da soli è praticamente impossibile, specialmente se abbiamo impegni di lavoro e non abbiamo molto tempo libero a disposizione. Possiamo chiedere a parenti e amici, ma vale la pena prendere in considerazione anche una ditta di trasloco: ormai le tariffe sono alla portata di tutti e spendendo poco si può ottenere un servizio impeccabile.

Valutare i possibili imprevisti

Prima di cominciare è importante valutare la situazione e chiedersi se potrebbero insorgere degli imprevisti. Spesso per esempio ci sono mobili che non si possono smontare e che sono troppo ingombranti per passare attraverso il vano scale.In questi casi è necessario rivolgersi ad una ditta specializzata in traslochi, in modo che ci possa fornire l’attrezzatura adeguata (scale per traslochi).

Preparazione del materiale necessario

Non dobbiamo mai farci prendere dall’ansia: l’organizzazione in un trasloco è fondamentale per evitare inutili perdite di tempo. Per questo, ancora prima di iniziare qualsiasi tipo di trasloco dobbiamo procurarci tutto il materiale necessario (scatoloni, pluriball per gli imballaggi delicati, pennarello per segnare il contenuto di ogni pacco, nastro adesivo). Se avremo tutto a disposizione potremo procedere più spediti e senza intoppi.

Imballare e inscatolare tutti gli oggetti prima di smontare i mobili

Prima di smontare i mobili conviene imballare  e inscatolare tutti gli oggetti e i suppellettili che ci sono in casa, così avremo più spazio di manovra una volta che dovremo occuparci degli arredi più ingombranti. La cosa migliore è partire da una stanza e proseguire con ordine, in modo da avere gli scatoloni organizzati in base ai vari ambienti della casa.

attenzione alle disdette

Spesso quando si è alle prese con il trasloco ci sono talmente tante cose da fare che ci si dimentica di sbrigare tutte le faccende burocratiche. Questo comporta inevitabilmente dei problemi, quindi è sempre meglio tenere a mente anche tale incombenza. Bisogna disdire i contratti con la società elettrica, del gas e dell’acqua ma anche le altre utenze (linea telefonica ed internet, rifiuti, ecc.).

Organizzare il trasporto

Durante un trasloco le cose da portare da una casa all’altra sono sempre tantissime: molte più di quello che si immagina. Per questo è importante organizzare al meglio il trasporto e noleggiare un furgone. In alternativa, se ci rivolgiamo ad una ditta di traslochi possiamo lasciare ai professionisti questa incombenza.


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

trasloco-1200x773.jpg

Home » Consigli sui Traslochi

trasloco

Quando si decide di effettuare un trasloco è bene pianificare tutto con cura.
L’nesperienza possono giocare brutti scherzi e si corre il rischio di intraprendere un’impresa che in corso d’opera si rivela molto più impegnativa del previsto; sono molte le variabili che incidono sulla riuscita di un cambio di casa, come per esempio la mancanza di un mezzo adeguato per il trasporto del mobilio e degli oggetti, l’indisponibilità di attrezzi per movimentare gli oggetti di pregio, la scarsa dimestichezza nel rimontare i mobili nella nuova abitazione e così via.

Tutti fattori che, se non ponderati a sufficienza, possono trasformare il trasloco in un vero e proprio disastro.
Traslochi Palmieri mette a disposizione del cliente la propria esperienza e professionalità per far si che tutto si realizzi alla perfezione. Abbiamo pensato a tutto per fornire soluzioni a qualsiasi problematica.

Condizioni per effettuare un buon Trasloco

In primo luogo è fondamentale analizzare la sede di partenza e quella di arrivo.

Sarà infatti molto diverso il lavoro da fare se si parte da un piano terra o se invece da un piano alto, senza ascensore e con scale strette e, magari, si deve trasportare un pianoforte! Per ovviare a questo tipo di problemi è fondamentale il sopralluogo di un esperto, il tecnico prenderà visione dell’ubicazione dell’appartamento e dell’ambiente e potrà organizzare la squadra più idonea per quel tipo di trasloco, dotandola degli strumenti appropriati.

Nel caso del trasporto di un pianoforte che non passa per le scale la squadra di addetti utilizzerà un’autogru che consente di movimentare i mobili anche nei contesti più complessi e garantisce che l’oggetto non subisca alcun tipo di danneggiamento.


Tutti questi aspetti non vengono spesso presi in considerazione quando si decide a quale impresa affidarsi e accade così che si parta da una certa spesa iniziale per poi vedersi addebitare, a fine trasloco, tanti piccoli servizi aggiuntivi  che fanno lievitare la spesa preventivata. Per questo motivo diciamo che è fondamentale fare un primo sopralluogo con un nostro incaricato: per avere nero su bianco, fin nei minimi dettagli, tutte le operazioni che verranno eseguite e avere una precisa idea della spesa finale.

Affidabilità della ditta di traslochi

Svolta questa preliminare operazione si passa al trasloco vero e proprio. Ci sono due modalità di partenza: affidarsi all’impresa di traslochi (ricordiamo che è necessario essere iscritti all’albo degli autotrasportatori per le imprese di traslochi) che si occuperà anche di imballare gli oggetti e riporli negli scatoloni oppure preparare gli oggetti da trasferire per conto proprio. Ecco quindi una breve e utilissima guida per chi vuol far da sé.

Trasloco: preparazione

Occorre dotarsi di scatoloni, sacchetti di plastica, pluriball cartonato, carta di giornale o da imballaggio (carta camoscina). Gli indumenti devono essere messi negli appositi sacchetti di plastica o dentro le valigie o dei borsoni, la cosa migliore da fare sarebbe quella di utilizzare le apposite scatole appendiabiti che consentono di mettere i vestiti appesi con tutte le stampelle.

Gli oggetti fragili sono avvolti nella carta da imballaggio, i mobili di devono essere avvolti nel pluriball cartonato. Poi è bene etichettare le scatole e contrassegnare il contenuto, così da rendere più facile il rimontaggio.

Infine, va inserito tutto ciò che può essere riposto all’interno degli scatoloni prestando cura a non renderli troppo pesanti e a rischio di rottura durante il trasferimento.

Affidarsi ad una ditta esperta

Concordato il giorno con il cliente la squadra si reca presso l’abitazione. Lavorando simultaneamente nei diversi ambienti, gli addetti si occupano di smontare i mobili e di prendere in consegna gli scatoloni già confezionati per essere trasferiti presso la nuova destinazione. Anche qui ci sono delle insidie…mettiamo che, durante il trasferimento dall’abitazione al camion si rompa un oggetto al quale, per motivi economici o affettivi, si teneva molto.

La maggior parte dei traslocatori, contando sull’inesperienza dei clienti, non prende neanche in considerazione l’idea di includere nel servizio una polizza assicurativa a copertura degli eventuali danni e se qualcosa si rompe il cliente non viene risarcito in alcun modo. Traslochi Palmieri invece indica nel preventivo la copertura assicurativa, specificando il tipo di danni rimborsati.

C’è poi un’ulteriore problema connesso con il trasloco; può accadere che si lasci una vecchia casa ma non si ha l’immediata disponibilità della nuova e sorga il problema di dover chiedere in prestito o addirittura affittare un garage o comunque uno spazio da adibire e magazzino dove depositare i mobili.

Con Traslochi Palmieri questo problema è superato: è a disposizione del cliente un servizio di deposito mobili senza alcuna limitazione di spazio, gratuito per la prima settimana e con una forte scontistica nel periodo successivo.

Sia che sia contestuale all’aver lasciato la vecchia casa, sia che avvenga dopo un periodo di deposito del mobilio, gli addetti di Traslochi Palmieri si occupano di rimontare i mobili e di riposizionare oggetti e suppellettili dove indicato dal cliente, di effettuare gli allacci di acqua e gas, montare condizionatori e caldaie e per ultimo, verificare che tutto funzioni alla perfezione. Insomma, un servizio tutto incluso per rendere già da subito abitabile il nuovo appartamento.


Contattaci







SEGUICI


Contattaci







I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI CONSIGLI

No more posts

TRASLOCHI PALMIERI

Via Belevedere, 9

81031 – Aversa ( CASERTA )

P.IVA 04089420618

CONTATTI

Telefono: 081 5045473

Cellulare: 334 1334013

[email protected]

CERTIFICAZIONE

ISCRIZIONE ALBO